Teatro Duse

Da I Legnanesi al gospel, da Notte di follia a Bollicine con i Senzaspine

Al Duse si aspetta il Natale tra prosa e musica. Dicembre si apre con l’attesissimo ritorno de I Legnanesi. Reduci dai ripetuti sold-out delle scorse stagioni, gli esilaranti personaggi della famiglia Colombo tornano dal 7 al 9 dicembre con 70 voglia di ridere c’è per festeggiare insieme al pubblico 70 anni di attività, risate e successi. Il 12 dicembre sale sul palco l’Harlem Gospel Choir, il più famoso coro gospel d’America, con un concerto che toccherà l’anima degli spettatori. Appuntamento con la prosa, dal 14 al 16 dicembre, con Notte di follia interpretato da Debora Caprioglio e Corrado Tedeschi, protagonisti di una lunga notte divertente e assurda. Cresce l’attesa anche per ‘Il castello di Vogelod’ del 17 dicembre, con Claudio Santamaria e i Marlene Kuntz impegnati in un viaggio musicale, tra parole e immagini, nella pellicola di Murnau. Il 19 dicembre Valentina Lodovini è Tutta casa, letto e chiesa nel celebre testo di Dario Fo e Franca Rame. Il 27 e 28 dicembre, un must di fine anno: Bollicine con l’Orchestra Senzaspine diretta dai maestri Matteo Parmeggiani e Tommaso Ussardi. 

Lo Schiaccianoci con Il Moscow Classical Russian Ballet

Un imperdibile classico per le feste natalizie. Domenica 30 dicembre alle ore 16 va in scena Lo schiaccianoci con il Moscow Classical Russian Ballet, fondato e diretto da Hassan Usmanov e riconosciuto in tutto il mondo come una delle compagnie di balletto russo di maggior prestigio.  È la vigilia di Natale. La piccola Clara riceve in dono, da un misterioso giocattolaio, una bambola-schiaccianoci meccanica così perfetta da sembrare umana. A mezzanotte, un incantesimo trasformerà il giocattolo in un bellissimo soldato. Con lui Clara farà un viaggio fantastico sulle celebri note di Čajkovskij.

Gran gala di capodanno con Matthew Lee

Il gala di Capodanno 2019 al Duse è con Swing Around The Rock, uno spettacolo potente ed emozionante che attraversa tutto il mondo del rock‘n roll fino alle sonorità contemporanee. Protagonista della serata è il virtuoso del pianoforte, cantante e performer Matthew Lee, accompagnato da una band di sei elementi. La serata è un viaggio dal sapore vintage che accompagna il pubblico dagli anni d’oro del rock fino ad oggi. Un universo palpitante dove charlestone, swing, jive e rock‘n roll si mischiano attraverso le note della band, le coreografie e i costumi dei migliori danzatori del genere. Da piccolo, Matthew Lee studia pianoforte al conservatorio ‘G. Rossini’ di Pesaro dal quale viene radiato all’ottavo anno per il suo stile ‘esuberante’ considerato incompatibile con gli studi classici. È la scintilla di un talento che in pochi anni coronerà una carriera di enorme successo, con esibizioni in tutto il mondo.

2018-12-12T11:09:13+00:00Argomento: Teatro Duse Bologna|