Teatro Duse

Da Viktor und Viktoria a La cena delle belve, la prosa incanta il pubblico del Duse

Torna il pluripremiato La merda con Silvia Galleranno 

Tra classico e contemporaneo, la grande prosa continua ad incantare il pubblico del Teatro Duse. Il 7 marzo torna il pluripremiato La merda, scioccante spettacolo di Cristian Ceresoli. In scena, sola e senza abiti, Silvia Gallerano. Tra dolore e poesia, l’attrice incarna la bulimica e rivoltante confidenza pubblica di una giovane donna. Si cambia registro dall’8 al 10 marzo con Viktor und Viktoria, interpretato dallo strepitoso talento di Veronica Pivetti. Nella Berlino del 1930, un’attrice disoccupata e affamata riesce a avere successo solo indossando i panni maschili, ma quando la donna s’innamora iniziano i guai. Il 12 marzo la scrittrice Michela Murgia si chiede Dove sono le donne? nel suo nuovo monologo sulla questione femminile. Il 14 marzo spazio all’arte con Marco Goldin e La grande storia dell’impressionismo, un viaggio tra immagini, proiezioni, musica e parole da Monet a Van Gogh. Dal 15 al 17 marzo Maria Grazia Cucinotta, Vittoria Belvedere e Michela Andreozzi saranno le protagoniste di Figlie di Eva, storia di tre donne legate allo stesso uomo: un politico spregiudicato e corrotto. Dal 22 al 24 marzo, infine, La cena delle belve con Marinella Bargilli, Francesco Bonomo e Maurizio Donadoni.

La cena delle belve nella versione di Vincenzo Cerami
Dal 22 al 24 marzo arriva al Teatro Duse La cena delle belve nell’adattamento italiano firmato dal grande Vincenzo Cerami del pluripremiato spettacolo teatrale francese Le repas des fauves. Al centro della storia sette amici che nell’Italia del 1943 occupata dai tedeschi si ritrovano per festeggiare il compleanno di un loro ospite. Quella stessa sera, ai piedi della palazzina, vengono uccisi due ufficiali tedeschi. Per rappresaglia la Gestapo decide di prendere due ostaggi per ogni appartamento. Il comandante tedesco dell’operazione riconosce nel proprietario dell’appartamento dove si trovano i sette amici il suo libraio di fiducia. Per mantenere un singolare rapporto di cortesia, avverte che passerà a prendere gli ostaggi al momento del dessert, lasciando a loro la scelta dei due ostaggi. Qui comincia ‘La cena delle belve’, uno spettacolo che dipinge tutto il meglio ed il peggio dell’animo umano, tra crudeltà e ironia.

La Bella Addormentata con il Balletto del Sud
Il 21 marzo alle 21 appuntamento da non perdere con la grande danza. Il Balletto del Sud torna al Duse con La bella addormentata, immortale capolavoro musicato da Ciaikovskij. Le coreografie sono firmare da Fredy Franzuti, uno dei coreografi più noti e acclamati del panorama nazionale. Franzuti trasporta le disavventure della bella principessa Aurora nel Sud Italia, dove la puntura del fuso, reso celebre dalla favola di Charles Perrault, diventa il morso di una tarantola salentina. Nell’edizione di Franzutti saranno la magia della zingarella Lilla e il bacio d’amore di un principe-antropologo a destare la fanciulla dal suo sonno centenario.

2019-02-27T17:25:36+00:00Argomento: Teatro Duse Bologna|